venerdì 12 maggio 2017

Curry di pollo e albicocche secche



        Sto cucinando poco, proprio non mi va, le solite cose....
Inoltre preferisco dedicarmi all'altro blog, trascurato anche quello, in veritá, per uno strano malessere che mi ha colta con questo tempo bigio. Comunque sia, alcuni giorni fa ho cucinato questo polletto e ci é piaciuto parecchio 😉 

       Preso da TeleSette, proprio io che disdegno le ricette di quei giornaletti 😀😀




Pollo al Curry e Albicocche secche
Kg 1.2 di pollo tagliato a pezzi (io ne ho fatto meno e ho usato solo i fusi spellati e disossati)
125 g albicocche secche
2 spicchi d'aglio
2 cucchiai olio di oliva (ma di più!)
2 cipolle
400 g pomodori maturi (ho usago quelli in conserva 😉)
1 cucchiaio zucchero
2 cucchiai aceto
Una punta di polvere di chiodi garofano
1 cucchiaino di  annella
1/2 cucchiaino di cumino
1 cucchiaino di curry
1 pezzetto di zenzero grattugiato, sale



  • Mescolate le spezie e massaggiate i pezzi di pollo puliti e lavati
  • Fate insaporire 2 o 3 ore o tutta la notte
  • Soffrigete il pollo nell'olio e toglietelo dalla padella
  • Nella stessa padella fate appassire la cipolla, aggiungete di niovo il pollo, cuocete un po' e completate con i pomodori a pezzi
  • Fate cuocere circa 20'
  • Aggiungete il sale, lo zucchero, l'aceto e le albicocche e cuocete altri 15'
  • Servite con riso basmati cotto così 😆




   Decisamente Promosso 😀😀😀


lunedì 1 maggio 2017

Londoneri

     Ho visto questo bellissimo dolce tempo fa, qui, e me ne sono subito innamorata! Ancora non mi spiego perchè ho aspettato tanto a farlo 😯 Finalmente a Pasqua mi sono decisa! Di seguito metterò la ricetta, ma vi consiglio di dare un'occhiata al link sopra e anche a quest'altro per la bellezza delle immagini e la precisione della spiegazione. Io sono una scrittrice cialtrona, portate pazienza 😀




Londoneri
Frolla
200 g farina
100 g burro
  2 tuorli
  2 cucchiai zucchero
Un po' di liquore
Poco sale, buccia di limone grattugiata

  • Fate la frolla e stendetela in una teglia quadrata da 26 cm di lato rivestita con carta forno. La carta deve uscire un bel po' dalla teglia in modo che a fine cottura servirá a sollevare il dolce
  • Versare sulla frolla un velo di marmellata, io ho usato quella alle fragole appena fatta ed era squisita 😉
Meringa
 2 albumi montati
70 g noci tritate
70 g mandorle tritate
70 gr zucchero
  • Spalmare questa meringa sul dolce e infornare per mezz'ora a 180°. Ma regolatevi col vostro forno
  • Fate raffreddare il dolce e sfilatelo dalla teglia aiutandovi con la carta forno
  • Tagliare in quadretti




giovedì 27 aprile 2017

Pasta con piselli feta e yogurt di Ottolenghi



    Yotam Ottolenghi é uno dei cuochi più amati del momento. La sua cucina é semplice, speziata e ottima!. Con tendenze per lo più vegetariane, si rifá all'antico per ottimizzare il moderno... direi successo meritato 😉

       Di lui avevo provato alcune ricette tra quelle che potete leggere su questo interessante post di Francesca Spalluto su Coquinaria, ma non sono documentate sul blog 😯 ergo, andate a vedere le meraviglie di Franci 😉😉




La pasta che vi propongo oggi é diventata un tormentone su Fb da qualche mese! Non so chi l'ha preparata per prima, io di certo l'ho vista da Dauliana e poi da Mariella e ve la ripropongo.

Pasta con feta, piselli e yogurt (per 6 persone)
500 ml yogurt denso (se non avete il greco fate scolare uno normale)
150 ml olio oliva
 4 spicchi d'aglio
500 g piselli, freschi o surgelati
500 g pasta, conchiglie o farfalle
 60 g pinoli
 40 g basilico
240 g feta
Peperoncino
  • Frullare 90ml di olio con yogurt, aglio e 100 g di piselli
  • Soffriggere l'altro olio con pinoli e peperoncino
  • Cuocere la pasta e a 5 minuti dalla fine della cottura aggiungere i restanti piselli
  • Scolare la pasta e versarla poca alla volta in una coppa con la salsa di yogurt, per non fare impazzire lo hogurt col calore
  • Aggiungere il basilico tritato e la feta sbriciolata e completare coi pinoli in olio e peperoncino
Piatto squisito!




 Io ne ho fatta mezza dose per 2, ma era decisamente troppa!

NOTE: siccome mio figlio non ama i piselli, la seconda volta che ho preparato questo piattonon ho messo quelli interi che cuociono con la pasta e ho aumentato a occhio la dose di quelli frullati 😀😀 Il piatto é venuto più verde e forse più buono 😉

martedì 25 aprile 2017

Osterbrot/Pane Pasquale

       Girovagando su you tube alla ricerca di focacce pasquali, mi sono imbattuta in questo pane dolce ricco di mandorle e uvetta. Mi ha attirata subito, mi sembrava saporito e allo stesso tempo leggero. Fatto e confermata la sua bontá. A fine post metto il link al video di you tube 😉



Osterbrot
700 g di farina
 42 g lievito (ne ho messi 10 g)
100 g di burro
200 ml di latte
100 g zucchero
  2 uova
Aroma mandorla/aroma vaniglia
Un giro di olio di oliva

100 g di uvetta
 50 g mandorle tritate

Per la decorazione
 1 uovo
Mandorle a lamelle



  • Fare un lievitino con il lievito, un po'd'acqua e poca farina
  • Impastare tutti gli ingredienti (tranne la frutta secca) e mettere a lievitare (io ho fatto lievitare gutta la notte in frigo avendo messo meno lievito)
  • Al mattino dividere l'impasto in 2 e formare 2 filoni
  • Fare dei tagli laterali e far lievitare
  • Pennellare con l'uovo battuto e decorare con le mandorle a filetti
  • Infornare a 180° per circa 30', io a 150° perché il forno é ventilato




Ho fatto i tagli dopo la lievitazione e ho sbagliato perché i pani non si sono aperti ulteriormente come si vede nel video 😯😯

        Non ho foto delle fette ma, come potete immaginere, hanno un'alveolatura fitta.

         Siccome il pane era troppo, l'ho congelato a fette giá sapendo che lo mangerò tostato con burro e marmellata 😁

 P.S: questo é il nuovo blog. Siccome sono solo agli inizi obni tanto ve lo ricorderò 😉 Caffé letterario



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...